Contusione – Sylvia Plath – Poesia

Colore inonda la macchia, porpora cupo.
Tutto slavato è il resto del corpo,
ha colore di perla.

In un anfratto di rupe
risucchia il mare ossessivamente,
un solo vuoto è perno di tutto il mare.

Non più grande che una mosca
il marchio funesto
striscia già per il muro.

Il cuore si chiude,
il mare cala,
gli specchi sono schermati.

– Silvya Plath –

Annunci

Faust – Johann Wolfgang Goethe – Citazione – 1

Chi solleva il singolo alla sacra universalità, dov’esso vibra in accordi stupendi? Chi dà alle passioni il furore dell’uragano? Al più grave pensiero, il fuoco dei tramonti? Chi sparge tutti i bei fiori di primavera sul sentiero della donna amata? Chi intreccia il verde d’insignificanti foglie in corona di gloria per meriti di tutte le specie? Chi assicura l’Olimpo e congiunge gli Dei? La potenza dell’uomo si rivela nel poeta*. 

– Faust, Johann Wolfgang Goethe 

Risultati immagini per faust goethe bur

*Des Menschen Kraft, im Dichter offenbart.

Il Valore della Poesia – Xi Murong – Poesia

Se mi chiedessi all’improvviso 
perché scrivo poesie 
perché non faccio altro 
qualcosa di utile 

Ebbene neanch’io saprei 
cosa rispondere 
sono come un orafo che giorno e notte batte e cesella 
solo per far sì che il dolore 
prenda forma di 
gioielli leggeri come ali di cicale 

Non so se la mia fatica 
per trasformare la malinconia 
in parole lucenti e delicate 
abbia o no anche 
un valore di bellezza 

– Xi Murong –

 

La Voce Umana – Vladimìr Holan – Poesia

La pietra e la stella non ci impongono la loro musica, 
i fiori sono sommessi, e le cose sin troppo reticenti, 
la bestia rinnega in se stessa per causa nostra 
l’armonia di innocenza e mistero, 
il vento ha sempre il pudore d’un semplice segno 
e che cosa sia il canto, lo sanno soltanto gli uccelli ammutiti, 
a cui gettasti alla vigilia di Natale un covone non trebbiato. 

Si contentano d’essere, e ciò è inesprimibile. Ma noi, 
noi abbiamo paura, e non solo nelle tenebre, 
ma anche nella prolifera luce 
non ci accorgiamo del prossimo 
e inorriditi, tanto da prorompere in furiosi esorcismi, 
urliamo: “Sei qui? Parla!”  

– Vladimìr Holan –