Per aspera ad astra: un voto per il M5S e Di Maio

Risultati immagini per seggio elettoraleCi siamo. Dopo cinque anni, si torna al voto: elezioni politiche. E dato che questo blog nasce anche con l’intento di parlare di diritti umani e di politica, non posso esimermi dal parlarne e dal parlare del partito per cui voterò e per il quale vorrei spingere tutti quelli che conosco – o che passeranno di qui in queste ore – a votare.

Abbiamo tre schieramenti principali in questa tornata elettorale. Il centrosinistra, il centrodestra e il Movimento Cinque Stelle.

Risultati immagini per partito democraticoFa parte della coalizione di centro-sinistra il Partito Democratico, che ci ha governato in questi anni, passando da Bersani a Letta a Renzi a Gentiloni. Qualche legge buona devo ammettere che è stata fatta, non posso condannarlo completamente. Da tempo attendevamo una legge sulle unioni civili (benché zoppa), sul testamento biologico o sugli eco-reati.
Eppure non la ritengo una esperienza positiva di governo. E credo che il Pd abbia più volte tradito quelli che propugnava come suoi valori. Il dramma dell’Italia è l’economia e la mancanza di infrastrutture. E da questo punto di vista il governo si è dimostrato asservito alle logiche del neoliberismo che, dal trattato di Maastricht in poi, hanno portato alla distruzione del welfare, alla perdita di diritti dei lavoratori, facendo aumentare precarietà e disoccupazione.
E’ una sinistra serva del mercato, che non ha il coraggio di mettere gli esseri umani al centro delle proprie politiche economiche. Una sinistra che non ha più un vero contatto con i cittadini e che si dimostra sempre più arroccata sulle proprie posizioni e straripante di boria.
Una sinistra che ha perso la propria moralità: incapace di allontanare personaggi indegni di rappresentare le istituzioni e che si è permessa di riesumare quella salma politica del condannato Berlusconi, col quale ha anche cercato di cambiare la Costituzione.
Una sinistra che trova a debito 20 miliardi di euro in pochi minuti per salvare una banca, ma che non vuol trovare questa somma per implementare nel sistema italiano il reddito di cittadinanza, utile contro le mafie e la disperazione. Chiedetevi cosa ci guadagnano a sinistra a non introdurlo. Io penso che perderebbero una buona fetta di voto clientelare.
Ma ad ogni modo è principalmente per le politiche economiche, che non voterò mai più il Partito Democratico (ormai con Casini dentro è il Partito Democristiano). Non è più sinistra, nulla di ciò che fa me ne ricorda i valori. Renzi ha rottamato la sinistra stessa.

Risultati immagini per forza italiaL’altro schieramento è il centro-destra, di Berlusconi e Salvini e Meloni: Forza Italia, la Lega, Fratelli d’Italia. Questo schieramento è l’orrore politico italiano. Il vero problema della nazione, poiché la destra non capace di diventare una destra moderna e superare quell’indegno leader che è Silvio Berlusconi.
Al di là del fatto che non dovremmo dimenticare che furono loro a portarci nel 2011 sull’orlo della banca rotta e ad affidarci al governo Monti, che introdusse la legge Fornero, questo schieramento – oggi – è fatto di fantasmi del passato. Un signore ultraottantenne che ha una condanna per frode fiscale, e due persone che non perdono occasione per schierarsi contro le minoranze e le categorie più deboli, come ad esempio immigrati e minoranze LGBT, alimentando, coi loro discorsi, la paura del diverso in modo irresponsabile.
Queste persone, che giocano sulla poca memoria degli italiani, non sono politicamente d’accordo quasi su niente e stanno insieme in questa coalizione solo per accumulare più potere, perché da soli non hanno chances di incidere, politicamente.
Berlusconi e i suoi accoliti sono coloro che non hanno saputo gestire il passaggio dalla lira all’euro, sono coloro che hanno firmato i trattati di Dublino, facendo sì che tutti gli sbarchi avvenissero in Italia, sono coloro che hanno introdotto in Costituzione il pareggio di bilancio, che strozza la nostra economia, sono coloro che – ripeto – ci hanno portato sull’orlo della banca rotta e hanno portato Monti al governo, del quale hanno votato pure la riforma delle pensioni. Questi signori, i veri incompetenti e pericolosi della nostra nazione, non hanno mosso un dito per evitare il bombardamento della Libia, hanno partecipato alla guerra in Iraq, hanno fatto aumentare il debito italiano fino all’inverosimile ed insomma, potrei dirne così tante che arriveremmo a domani… ed è proprio domani che spero vi ricordiate che Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia non vanno votati… Per motivi etici, politici e – anche qui – economici… troppo incapaci di pensare a modelli alternativi (Forza Italia) o davvero sostenibili (Lega).

Risultati immagini per movimento 5 stelleE adesso veniamo al Movimento 5 Stelle. E devo fare una confessione: non lo votai nel 2013. Ero scettico e mi ci sono avvicinato a poco a poco.
E’ un partito fatto di cittadini come me e come te che leggi. Uomini e donne, più o meno giovani, 5 anni fa ebbero il coraggio di partecipare alle elezioni politiche, spinti dallo sdegno che suscitava in loro la cattiva politica. Essi erano spinti anche dalla speranza di cambiare le cose, di superare il farraginoso bipolarismo “destra-sinistra”, che ben poco si preoccupava di trovare soluzioni pragmatiche, più che ideologiche, ai problemi dei cittadini (che davvero soffrivano per la crisi economica).
Beppe Grillo e gli attivisti del suo movimento sono riusciti sempre a riempire le piazze e ancora ci riescono. E facendolo hanno compiuto un miracolo, perché dell’italiano si è detto sempre che era troppo pigro o troppo vile per interessarsi della cosa pubblica. E questo movimento non ha portato in piazza la paura e la rabbia, bensì le idee, la partecipazione, la democrazia stessa. Credo sia indubitabile che sia stato un vento fresco e salubre per la politica italiana.
Il principio cardine del Movimento 5 Stelle è l’onestà. E ci sono regole ferree per mantenere puro questo partito. Può sembrare eccessivo a volte, ma non è così. Perché la moralità e l’onestà sono cose serie: la loro mancanza produce danni, persino morti (se pensiamo al sistema di tangenti per lo sversamento illecito di rifiuti ad esempio).
E’ perché gli altri partiti hanno le mani legate da lobbies ed intrallazzi, che non hanno potuto migliorare questo paese ed – anzi – lo hanno affossato con anni di mala-politica.
Il Movimento 5 Stelle, senza che vi fosse alcuna legge, ha restituito gran parte dei propri stipendi e rimborsi: oltre 23 milioni di euro, per aiutare cittadini italiani ad aprire imprese.
Risultati immagini per parlamento italiano
Il Movimento è l’unico partito – mi sono convinto – che ha seriamente a cuore l’Italia, perché i suoi deputati e senatori, grazie al vincolo dei 2 mandati, dovranno tornare a vivere in quell’Italia da normali cittadini, una volta finita la loro carriera politica. Questa è una grande garanzia della buona fede insita nelle loro politiche.
A tale proposito,  il reddito di cittadinanza, è necessario per far sì che la povertà sia abolita per legge, per permettere a tutti una vita dignitosa e per far sì che nessun datore di lavoro possa offrirti lavori sottopagati, a condizioni che nemmeno in India o in Cina!
Altra misura, è la creazione di una Banca Pubblica di Investimenti, sul modello tedesco, per fare politiche economiche espansive, delle quali abbiamo tanto bisogno per far crescere l’occupazione e migliorare le infrastrutture di questo paese. Questo perché l’austerità, la “medicina” che l’Europa ha dato a noi e alla Grecia, ha prodotto solo più miseria e più debito. Bisogna avere – insomma – la capacità di pensare a nuovi paradigmi economici, cercando di esportarli anche a Bruxelles. Non è possibile che l’Unione si basi solo su logiche neo-liberiste. Bisogna essere più pragmatici e capire che l’intervento statale è necessario, perché i mondi della finanza e dell’imprenditoria, lasciati a loro stessi hanno dimostrato di non essere etici e di tendere all’umiliazione del povero e del lavoratore.
Non si tratta di essere contro la libera impresa, ci mancherebbe, ma lo stato deve poter farla anche lui e soprattutto deve garantire ammortizzatori sociali ed un welfare, che non puniscano chi si ritrova in una situazione di debolezza nel mercato del lavoro.
Questo è il progetto economico. E non è populista, è razionale e fattibile. E non è anti-europeista. Il movimento vuole solo un’Unione Europea più giusta, che non pensi solo ai conti, ma anche alla felicità e alla qualità della vita delle persone.
Non sono promesse vane ed i soldi ci sono. E altri ne verranno dal contrasto al conflitto di interessi e dalla lotta alla corruzione (poiché ci costano miliardi), che solo chi ha le mani libere da lobbies e da chissà cos’altro può fare.

Per questo voterò il Movimento 5 Stelle, con la sicurezza di non aver votato il meno peggio, ma il meglio, il fiore nato dal fango che l’Italia ha prodotto nei 30 anni precedenti.

Risultati immagini per luigi di maio
Candidato Premier M5S, Luigi Di Maio

Anche tu che passi di qui e leggi, per favore, dagli il tuo voto. Ricorda che domani, 4 Marzo 2018, la lotta sarà essenzialmente tra il Centro-Destra di Berlusconi ed il Movimento 5 Stelle. Vai a votare e non sprecare il tuo voto. Non darlo a Berlusconi che vuole solo salvare se stesso, non darlo a Salvini, con le sue politiche di divisione e discriminatorie. Ricordati che c’è un’alternativa onesta e sincera e che vuole portare avanti con cuore e razionalità politiche per il benessere di tutti.
Aiutaci a cambiare l’Italia in meglio ed anche l’Europa, vota il Movimento 5 Stelle, vota Luigi Di Maio, dai una possibilità ad una nuova e più giusta idea di paese. Vota anche tu M5S!

 

– Giuseppe Circiello –

Annunci