Odissea – Omero – Recensione

Risultati immagini per odissea einaudiIl secondo grande poema epico, tramandatoci dai nostri antenati, dai padri della cultura occidentale, i greci.

Durante la lettura mi sono spesso posto il problema della “questione omerica. E’ sicuramente difficile farsi un’idea dalla traduzione… però l’impressione che ne ho ricavato è che Iliade e Odissea siano opera di mani diverse, ma simili. Ma non è molto importante ai fini della lettura di piacere, che è stata la mia.

E di piacere ce n’è stato assai! Sia la storia della guerra di Troia, che la storia di Odisseo si leggono con la medesima facilità delle fiabe.

Molto interessante, inoltre, l’importanza che viene data alla figura dell’ospite, del naufrago, del mendicante. Credo sia un tema molto attuale; e commuove vedere come, per gli antichi(ssimi) greci, gente di mare, gli sfortunati in balia della sorte e dei flutti dovessero essere assolutamente aiutati. Sia i ricchi che i poveri ritenevano vergognoso non aiutare una persona in difficoltà. E i proci sono stati eliminati da Odisseo (e poco compianti dagli altri personaggi) anche per questo, per la loro mancanza di “cuore” nei confronti di chi si trovava in tale condizione. Questo, tutt’oggi, dovrebbe insegnarci molto.

Finisco col dire che ho gradito di più l’Iliade, rispetto all’Odissea, perché l’ho trovata più epica e spontanea. L’Odissea un pochino-ino-ino meno

– Giuseppe Circiello –

Annunci