Show’s Rollin’ – Elisa – Nuova canzone – Testo – Lyrics

Elisa pubblicherà un doppio album il 18 Febbraio, dopo la sua partecipazione al Festival di Sanremo (dove parteciperà con la canzone O forse sei tu). Il titolo del progetto è Ritorno al Futuro/Back to the Future. Un cd sarà in italiano, l’altro in inglese: tutti brani inediti. Ieri sono state pubblicate sui suoi canali ufficiali le tracce di apertura dei due lavori paralleli: A Tempo Perso e Show’s Rollin’.
Io ho scelto la traccia in inglese, qui, perché la preferisco e perché ho un debole per il lato anglofono della produzione musicale di Elisa. Credo che con l’inglese sia molto più libera di creare e di esplorare sonorità diverse, cosa che, per un talento così duttile è davvero necessario.
Show’s Rollin‘ ha sonorità unisce varie sonorità: r’n’b, soul, elettro-pop/urban. È davvero un gioiellino e fa ben presagire per il resto dell’album. Questa canzone trasmette energia positiva e liberatoria e si nota che Elisa è tornata a spingere con la voce, cosa che non le sentivo fare dal un bel po’… e che apprezzo. Di seguito il video con l’audio della canzone e il testo di Show’s Rollin’.


I’ve been feelin’ some frustration
Don’t know where this conversation’s goin’
Now, I don’t know where it’s goin’
Yeah, I’ve been round for the highs and the lows
Stand by me, for you know the show’s rollin’ (Rollin’ for me)
Rollin’ (Rollin’ for me)
I’ve been round for the highs and the lows
Stand by me, for you know the show’s rollin’ (Rollin’ for me, rollin’)
Spare some lovin’ for me, yeah (Me, yeah)

Now the time is callin’ (Callin’ for me)
Is callin’ (Callin’ for me)
Now, I’ve been round for the highs and the lows (I’ve been round)
Stand by me, for you know the show’s rollin’ (Rollin’ for me)
I’m rollin’ (Rollin’ for me)

I’ve been feelin’ self frustration
Don’t know wherе this conversation’s goin’ (I don’t know where it’s goin’)
Now, I don’t know whеre it’s goin’
I’m outside, pull off the station
I am not just what somebody told me
What somebody told me
I’ve been round for the highs and the lows (I’ve been round)
Stand by me, for you know the show’s rollin’ (Rollin’ for me)
I’m rollin’

Spare some lovin’ for me, yeah (Me, yeah)
Now the time is callin’ (Callin’ for me)
Is callin’ (Callin’ for me)
I’ve been round for the highs and the lowsStand by me, for you know the show’s rollin’
Rollin’ for me (Rollin’), rollin’ for me

Far too many evaluations
Don’t know where this conversation’s goin’
Not sure where it’s goin’
What is covered in pollution?
What a fucking situation I’m not in
All I know is I’m not in (I’m not in)
Power’s in no money or gold

Only safe in the hands of good souls’ power (Good soul)
(Power, power) A real power (Power, power)

Spare some lovin’ for me, yeah (Me, yeah)
Now the time is calling (Callin’ for me)
Is callin’ (Callin’ for me)
Power’s in no money or gold
Only safe in the hands of good souls, yeah (Real power, power, power, yeah, real power, power, power, yeah)
Power’s in no money or gold
Only safe in the hands of good souls, yeah (Real power, power, power)
Power’s in no money or gold (Real power, power, power)
Only safe in the hands of good souls (Real power, power, power)

Yeah, power (Power, power)
Real power (Power, power)
Real power (Power, power)
Real power (Power, power)
Real power

La dedica – Izet Sarajlić – Poesia

Ti dedico i miei occhi, le mie labbra, i miei denti.
Le poesie? Che te ne fai delle mie poesie scritte perché non sapevo tacere?
Che te ne fai delle mie poesie che non ti possono amare?

Com’è bello che non siamo né uccelli né devoti all’imbrunire
e non abbiamo le ali ma le braccia.

L’ultima cosa che ci attende non può essere la nostra morte,
perché i desideri del nostro sangue da qualche parte devono continuare.

Tu sei una donna, piccola,
tu sei una piccola donna,
e un immortale agosto ti ha portato nelle mie ballate.
Resta col mio ti Amo che sopravviverà a tutte le mie
lamentevoli nenie, a tutte le mie trasformazioni.
Resta accanto ai miei occhi.

Sopravviveremo a noi stessi, non solo nel tumulo delle nostre tombe,
perché abbiamo saputo, abbiamo saputo, teneri e superbi,
fuggendo dai coltelli e dalle granate uccidere gli angeli in noi
continuando a restare angeli.

Posteri, cercateci qualche volta seguendo un filo rosso,
solo i nostri corpi giaceranno sotto la terra muta,
ma calpestate piano,
per non ferire le nostre labbra,
e per non pestare i nostri sguardi morti.

– Izet Sarajlić –

Snowflake – Kate Bush – Lyrics


I was born in a cloud…
Now I am falling.
I want you to catch me.
Look up and you’ll see me.
You know you can hear me.
The world is so loud. Keep falling. I’ll find you.
We’re over a forest.
There’s millions of snowflakes.
We’re dancing.
The world is so loud. Keep falling and I’ll find you.
I am ice and dust. I am sky.
I can see horses wading through snowdrifts.
My broken hearts, my fabulous dances.
My fleeting song, fleeting.
The world is so loud. Keep falling. I’ll find you.
My broken hearts, my fabulous dance.
My fleeting song.
My twist and shout.
I am ice and dust and light. I am sky and here.
I can hear people.
I think you are near me now.
The world is so loud. Keep falling. I’ll find you.
We’re over a forest.
It’s midnight at Christmas.
The world is so loud. Keep falling. I’ll find you.
I think I can see you.
There’s your long, white neck.
The world is so loud. Keep falling. I’ll find you.
Now I am falling.
Look up and you’ll see me.
The world is so loud. Keep falling. I’ll find you.
In a moment or two.
I’ll be with you.
The world is so loud. Keep falling. I’ll find you.
Be ready to catch me.
The world is so loud. Keep falling. I’ll find you.

Splendore – Zinaida Nikolaevna Gippius – Poesia

Lo splendore delle parole… esiste una cosa simile?
Lo splendore delle stelle, lo splendore delle nuvole –
Tutto ho adorato e adoro… Ma se
Mi dicessero: ecco, lo splendore delle parole –
Risponderei, senza timore di rivelarmi,
Che persino il beato splendore della santità
Sarei pronto a sacrificare per esso…
Tutto per uno sfavillio di parole!

Lo splendore delle parole? Oh, ripetilo ancora
Mio fragile essere umano – poeta,
Cosa posso dire io dello splendore della Parola?
Che sulla terra non esistono altri splendori.


– Zinaida Nikolaevna Gippius –

Visione – Vittoria Aganoor – Poesia

So d’un palazzo dalle mura antiche
triste così ch’ha di sepolcro aspetto;
bruno di muschi dagli sproni al tetto,
ingombro l’atrio d’edere e d’ortiche.

Dentro, un’ava grinzosa, in sè raccolta
dinanzi al focolar deserto e spento,
segue a narrar con infantile accento
una leggenda che nessuno ascolta.


– Vittoria Aganoor –

Le mie prigioni – Silvio Pellico – Citazione – 2

Non è vero che, ognuno sapendo già che bisogna esser buono, sia inutile di sentirselo a dire; che bastino le proprie riflessioni e le opportune letture; no! la favella viva d’un uomo ha una possanza che né le letture, né le proprie riflessioni non hanno! L’anima n’è più scossa; le impressioni che vi si fanno, sono più profonde. Nel fratello che parla, v’è una vita ed un’opportunità che sovente indarno si cercherebbero ne’ libri e ne’ nostri proprii pensieri.

– Le mie prigioni, Silvio Pellico –